«Verso un’altra vita dall’altra parte del mondo». La figura della madre in "Argentina" di Renata Mambelli

Roberto Feruglio (Università di Udine)

Abstract

«Verso un’altra vita dall’altra parte del mondo». La figura della madre in Argentina di Renata Mambelli

Nel primo romanzo di Renata Mambelli, Argentina (2009), si racconta la storia di Assunta, vedova solitaria che da un paesetto dell’Appennino marchigiano decide anche lei di emigrare «verso un’altra vita dall’altra parte del mondo», alla ricerca dei due figli di cui non ha più notizie e per «dare un senso al tempo». Il viaggio e le nuove esperienze nel paese sudamericano le faranno comprendere quale umanità e quali conflitti si possano scoprire sotto un altro cielo, dove fra lavoratori sfruttati, rivoluzionari sconfitti, orfani ed emarginati incontrerà Estrella, un’india mapuche che alla sua morte le lascerà la sua casa. Attraverso l’analisi del personaggio principale, seguendo le tappe della sua ricerca e della sua presa di coscienza, apparirà quindi come il romanzo di emigrazione della Mambelli sia il veicolo di una storia di genere. Alla fine del suo viaggio, infatti, pur costretta a guardare i figli solo da lontano, durante il tragitto che essi compiono dal carcere di Ushuaia al campo di lavoro dove scontano una dura condanna, Assunta capisce che «non si sentirà più sola».

"Towards another Part of the World". The Figure of the Mother in Argentina by Renata Mambelli

Through an analysis of the main character and following the stages of her quest and final awareness, we can understand that the novel of emigration by  Mambelli is actually the vehicle of a genre story.

DOI: 10.1400/204634

Keywords

Madre; emigrazione, identità