Le geografie dell’arrivo: gli emigranti italiani e il Nord America

Michele Campanini (Università di Siena)

Abstract

Le geografie dell’arrivo: gli emigranti italiani e il Nord America

Dopo la ‘scoperta’ del mare e la traversata gli emigranti, entrando nella baia di New York, incontrano il nuovo mondo rappresentato dalla città di New York, dai suoi edifici verticali, dalle sue luci. Perduto ogni contatto con i propri riferimenti geografici e con la comunità di appartenenza, alla fine essi troveranno la solitudine negli immensi spazi del Nord America.

The Arrival Geographies: Italian Immigrants and North America

For many immigrants, with the experience of crossing an ocean, there came the long dreamt of encounter with the new world. That moment arrived entering the bay of New York, with its vertical buildings and its lights. Having lost all contact with former geographical references and community affiliations, soon they discovered solitude, surrounded by the immense spaces of America.

Keywords

Emigrazione, Nord America, New York, traversata