A Terrible Beauty 1976

Joseph Pivato (Athabasca University, Canada)

Abstract

A Terrible Beauty 1976

The poet William Butler Yeats is famous for capturing the essence of an event with a verbal image. Yeats applied the iconic phrase «A terrible beauty is born» to the Irish Uprising of Easter 1916, in which four hundred and eighty five people died. This phrase can also be applied to the tragic earthquake in Friuli of May 6, 1976, where we witnessed the paradox of destruction and the death of nine hundred and thirty nine people followed by the heroism and selfless actions of hundreds of others. In this essay I will explore the response to the Friuli Earthquake of 1976 by Italian-Canadian writers Rina Del Nin Cralli, Gianni Grohovaz and Beppino Redi, in order to see what they tell us about the value of Friulian identity abroad.

1976: Una terribile bellezza

Il poeta William Butler Yeats, famoso per catturare l’essenza di eventi con immagini verbali, definisce la Rivolta di Pasqua – Irlanda 1916 – dove sono morti quattrocento e ottantacinque irlandesi, con la frase iconica «Una terribile bellezza è nata». La medesima frase può essere applicata anche al tragico terremoto del Friuli – 6 maggio 1976 –, in cui si è assistito al paradosso della distruzione e della morte di novecento e trentanove friulani, seguite dall’eroismo e dalle azioni altruistiche di centinaia di persone provenienti da ogni parte del mondo. Il saggio esplorerà la risposta al terremoto del Friuli da parte degli scrittori italo-canadesi Rina Del Nin Cralli, Gianni Grohovaz, e Beppino Redi con l’obiettivo di far conoscere il valore dell’identità friulana all’estero.

Keywords

Friulian identity; earthquake; Canadian poets